The black bass


Quando cominciò la mia passione per lo spinning,ovvero circa 6-7 anni fa, ero curiosissimo di leggere tutte le informazioni possibili su questa tecnica, e sfogliando tra le pagine di un sito trovai la tecnica al black bass, ne ero rimasto semplicemente sbalordito e straordinariamente invogliato….da lì la mia ricerca proseguì fino a capirne tante nuove cose.
Il black bass, originariamente persico trota, nasce nelle acque statunitensi per poi essere importato nelle acque europee nel fine ‘800, appartiene alla famiglia dei centrarchidi, ottimo predatore dal corpo robusto e “affusolato” dai colori principalmente verdi e strisce nere.


Negli stai uniti la pesca al black è diffusissima, E ne seguono molte manifestazioni garistiche in cui vengono investiti molti soldi. Ma passiamo in terra “nostra”,ora il persico trota è diffuso in quasi tutte le acque interne italiane, anche qui ha avuto un ottimo successo come preda da “pescare”, sia in competizioni, che sportivamente.
Sinceramente, la prima volta che mi portarono a bass non era nemmeno preventivata, quasi non ci credevo fino a quando non mi portarono in una bella “cavetta” e ne vidi tirar fuori uno da un mio amico.
Passarono i giorni e la passione di cercarlo aumentava sempre di più, cominciai ad attrezzarmi per bene fino a trovare il compromesso giusto per cercarlo nei vari spot.
Di attrezzature ne ho provate molte, ma ora posso dichiarare che basta una canna da casting ed una da spinning per affrontare le varie situazioni, personalmente adopero solo nylon massimo 12 lb.
Le esche principali per me sono quelle siliconiche, di tutti i tipi e in tutte le montature, comunque quella che mi ha dato ottimi risultati è senza dubbio la shad che metto in prima posizione, generalmente uso esche compatte dove ci sono erbai e canneti vari, mentre le esche più simili a vermi e quindi più fine le uso in acque più libere, per quanto riguarda le esche tradizionali tipo minnow e popper li uso poco, solo i popper li uso con successo quando c'è la stagione calda e il black caccia a galla i vari insetti.
La pesca al bass è bellissima, non solo per il divertimento che ci regala ma anche per l’ambiente che ci circonda in quanto ci troviamo quasi sempre in zone pienamente naturali, mi raccomando sempre il C&R di questo nostro predatore e di avere sempre attenzione e cura di quello che ci circonda…..un saluto

3 commenti:

  1. Ora la stagione e'chiusa...
    Farai delle altre presentazioni?
    Quel minnow mi fa gola, che roba e'?

    Tom Hardy

    RispondiElimina
  2. Sono nel pro-staff della molix, il blog l'ho aperto da poco e piano piano lo riempirò di cose interessanti...
    Quello è un lipless si chiama piper ed ogni volta che ha toccato l'acqua ha fatto strike!!!

    RispondiElimina
  3. ...mi sembravi uno informato infatti.
    Ho pescato in Usa con il Team Berkley, ma pratico principalmente il bass-fishing con la gomma.
    Questi lipless di ultima generazione sono molto interessanti...
    E' un suspending?

    RispondiElimina